Seguici su twitter facebook youtube RSS

ROMA - Il giorno 25 gennaio 2004 si è svolta a Roma una manifestazione per rendere omaggio all'eroe nazionale di cuba Josè Martì nel 151° anniversario della sua nascita, nella splendida cornice della Passeggiata del Giappone nel quartiere dell'Eur.

Presenti all'atto, oltre all’intero corpo diplomatico cubano accreditato in italia, rappresentanti diplomatici di altri paesi latinoamericani, rappresentanti del Comune di Roma e cittadini cubani e non.

Dopo aver ascoltato gli inni nazionali di Cuba e dell'Italia, ha preso la parola Ruben Pino Martinez, primo segretario incaricato degli affari culturali dell'Ambasciata della Repubblica di Cuba in Italia, invitando tutte le varie associazioni di solidarieta' con Cuba presenti a deporre l'omaggio floreale ai piedi del monumento a Josè Martì.

Martinez ha poi ricordato la figura dell’eroe cubano ed in particolare ha esortato i presenti ad “un’opportuna interpretazione di quest'uomo eccezionale della nostra storia, la quale conferma, nella sua giusta dimensione, tutto ciò che egli ha fatto, pensato e generato, e l'enorme influenza che ha continuato ad esercitare dopo la sua morte fino ai nostri giorni”.

Molto suggestivo è stato il momento in cui un gruppo di bambini cubani ha recitato alcuni versi del Martì poeta.

L’evento è stato chiuso dal giovane scrittore italiano Carlo Batà, laureato in Scienze Politiche presso l'Università di Milano e autore di un libro sul padre della patria cubana, che ha ricordato come Martì sia stato il personaggio storico che meglio gli ha insegnato a comprendere il mondo in cui oggi viviamo.