Seguici su twitter facebook youtube RSS

ROMA - Il 16 ottobre 2005 nei giardini di Montesacro, dove già il 15 agosto dello stesso anno era stato inaugurato il monumento a Simon Bolivar, in occasione del 200° anniversario del giuramento del Libertador latinoamericano, si è svolto l’incontro con il Presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Hugo Chavez Frias.Oltre 500 invitati hanno aspettato con ansia l’arrivo del presidente bolivariano.

Tra i tanti invitati, vari rappresentanti del corpo diplomatico accreditati nel nostro paese, della stampa, qualche rappresentante di partito tra cui Marco Rizzo eurodeputato del PDCI, Gianni Minà, Alessandra Riccio, consiglieri municipali, rappresentanti regionali del PRC e del PDCI e tanti militanti dei movimenti di solidarietà tra cui l’Associazione Italia-Cuba, i circoli bolivariani e l’Assemblea Nazionale Anticapitalista.

Il primo segretario dell’Ambasciata della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Cirillo Salazar, nel suo intervento ha salutato e ringraziato tutti i presenti per la pazienza della lunga attesa.

All’arrivo del presidente Chavez si sono alzati slogan in suo favore e in solidarietà con la Rivoluzione bolivariana.

Prima degli interventi sono stati eseguiti i due inni nazionali.

Successivamente ha preso la parola Benvenuto Salducco Presidente del IV° Municipio della capitale che, dopo aver salutato il presidente venezuelano e tutti i presenti, ha raccontato la storia e il perché del monumento in quella zona di Roma.

Poi finalmente è arrivato il momento delle parole di Hugo Chavez Frias, tra gli slogan e lo sventolio di bandiere venezuelane e cubane.

Tra gli striscioni che facevano da sfondo al numeroso pubblico, spiccavano tra tutti quella dell’Ass.ne Italia-Cuba con la scritta “Benvenuto Presidente Chavez e viva la rivoluzione bolivariana” e l’altro con la scritta “Libertà per i Cinque”.

Il lungo intervento del Presidente ha toccato vari aspetti: dalla storia di Simon Bolivar, all’importanza del credere in Gesù Cristo come primo rivoluzionario della storia, passando alle critiche agli USA e ai rapporti con Fidel Castro.

Al fianco del Presidente Chavez è stato sempre presente l’Ambasciatore della Repubblica Bolivariana del Venezuela Rodrigo Chavez.

L’intervento si è concluso con un invito all’unità delle forze di sinistra nel sostenere la rivoluzione bolivariana.

200° anniversario del giuramento di Bolivar, Monte Sacro - Roma, 16/10/05