Seguici su twitter facebook youtube RSS

ROMA - Il giorno 01/07 nell’ambito della Festa della Rinascita di Labaro tenutasi presso il Parco Marta Russo dal 28 giugno al 2 luglio 2006, si è svolto l'incontro dibattito “Cuba e America Latina: un nuovo mondo è possibile” organizzato dalla sezione del PDCI “Luigi Petroselli” e dal Circolo di Roma dell’Ass.ne Naz.le di Amicizia Italia-Cuba.

Sono intervenuti:

Iacopo Venier, responsabile Esteri e Deputato PDCI
Indira Pineda, responsabile dell’ICAP di Cuba per l’Italia
Marco Papacci, segretario Circolo di Roma.

Dopo l'introduzione di Marco Papacci, davanti ai numerosi tesserati dell'Associazione Nazionale di Amicizia Italia Cuba accorsi per l'occasione e a visitatori occasionali della festa, Indira Pineda, che seppur giovanissima si è dimostrata molto preparata, ha parlato della situazione attuale a Cuba: dalla "battaglia delle idee" alla "rivoluzione energetica ", dall'istruzione alla sanità, dalla questione dei Cinque eroi a quella del terrorismo contro Cuba.

Infine, Iacopo Venier, deputato del PDCI, ha ribadito come la Rivoluzione Cubana continua ad essere un esempio per tutti i popoli del continente latinoamericano che lottano contro il giogo dell'imperialismo U.S.A. ed alla luce di ciò Cuba deve essere considerata la vera protagonista del processo odierno di trasformazione dell'America Latina.

Alla fine degli interventi, i relatori hanno risposto alle domande dei presenti. L'incontro si è concluso con uno scambio di doni tra la compagna cubana e il segretario del nostro Circolo.

Dopo il dibattito la compagna Indira Pineda si è intrattenuta con i compagni del circolo di Roma per discutere sui progetti e le iniziative future che il circolo porterà avanti nel prossimo autunno.

Molte domande sono state rivolte a Indira sul ruolo dei giovani a Cuba e sulla necessità di avere rappresentanti della gioventù comunista cubana in Italia. Gli appartenenti al Circolo hanno inoltre illustrato alla rappresentante dell’ICAP il problema relativo al Consultorio Medico # 724 situato nel quartiere di Mantilla a La Habana che il nostro circolo ha finanziato.

Per concludere, la compagna ha consegnato, a diversi compagni del Circolo di Roma, dei poster raffiguranti i Cinque cubani prigionieri negli Stati Uniti e alcuni libri sull’esperienza di alcuni giovani italiani al Festival Mondiale della Gioventù tenutosi a Caracas – Venezuela – lo scorso anno.