Seguici su twitter facebook youtube RSS

ROMA - Presso la libreria Bibli, a Roma, in Via dei Fienaroli, si è svolta la presentazione del libro ”Storia di Cuba, Isola di ribelli”, un manuale di storia scritto a due mani dal saggista e cineasta cubano Claudio Izquierdo Funcia, e dall’italiano Francesco Vespoli, esperto di religione afro-cubana.

Il libro racconta le vicissitudini attraversate dall’Isola, dallo sbarco di Cristoforo Colombo, il 28 ottobre del 1492, fino al tentativo di invasione da parte dei mercenari, controrivoluzionari, nella baia dei Porci (Playa Girón), il 17 aprile del 1961.

Ospiti della serata sono stati un rappresentante dell’ambasciata di Cuba, Gerardo Soler Cedre e lo scrittore Francesco Vespoli.

I loro interventi sono stati preceduti da una piccola introduzione di Stefania Russo, componente dell’Associazione Italia Cuba, Circolo di Roma.

Durante la serata è stato evidenziato come il libro, con il suo stile chiaro ed efficace, riesca a spiegare e a sciogliere tutti i nodi che l’informazione europea, su spinta degli USA, crea attorno al “fenomeno Cuba” e alla sua Rivoluzione del 1959.

I 400 anni di storia di Cuba, fatti di schiavitù, sopraffazione, saccheggio ad opera degli spagnoli prima e degli statunitensi poi, spiegano come la Revolución del 1959 sia stata l’ultima tappa naturale a cui il popolo cubano è giunto, dopo un percorso così sofferto e sempre teso alla conquista dell’autodeterminazione e della sovranità.

“Storia di Cuba, isola di ribelli” colma così un vuoto bibliografico sul passato remoto dell’Isola e libera la mente del lettore da cumuli di luoghi comuni tanto dannosi alla comprensione della Cuba di oggi.

G. Soler Cedre, S. Russo, F. Vespoli, Libreria Bibli, Roma - 14/06/07F. Vespoli, Libreria Bibli, Roma - 14/06/07G. Soler Cedre, S. Russo, F. Vespoli, Libreria Bibli, Roma - 14/06/07