Seguici su twitter facebook youtube RSS

ROMA - Alle ore 19,00 presso il cinema Sala Trevi del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, si è svolta la presentazione e proiezione del documentario “L’oro di Cuba” di Giuliano Montaldo, pellicola che ha partecipato fuori concorso, al 66° Festival di Venezia.

Alla serata sono intervenuti, Fabrizio Casari, giornalista e direttore del quotidiano online, www.altrenotizie.org, nonché lo stesso regista.

La proiezione del documentario è stata preceduta da una breve introduzione di Etta Polidori, dell’Associazione Nazionale Italia Cuba, Circolo di Roma.

Dal trionfo della Rivoluzione nel 1959, fino al 2009, Montaldo racconta e ripercorre 50 anni di storia dell’Isola, costellata da innumerevoli e violentissimi attentati terroristici programmati e finanziati dagli Stati Uniti d’America.

Attraverso incontri, interviste ed immagini, il regista ci offre uno spaccato della Rivoluzione troppo spesso accuratamente oscurato da gran parte dei mezzi d’informazione, come la grande attenzione alla cultura dello sport, gli ospedali, pubblici e all’avanguardia nella ricerca contro la tubercolosi e le malattie infettive, la scuola di cinematografia, legata a doppio filo con il nostro centro sperimentale di Roma e frequentata da migliaia di studenti da tutto il mondo, gli studi della Televisione Cubana, che produce fino al 77% della sua stessa programmazione, e tutto questo malgrado le carenze, le difficoltà e le sofferenze causate da un blocco commerciale, economico e finanziario imposto dal 1961 dagli Stati Uniti.

Il documentario ha inoltre il merito di far conoscere al grande pubblico la vicenda dei Cinque cittadini cubani, che dal 1998 si trovano nelle prigioni degli Stati Uniti d’America, con l’accusa di aver scongiurato attentati terroristici organizzati da gruppi controrivoluzionari residenti a Miami e destinati contro la popolazione dell’Isola.

Da decenni ci si chiede come una piccola isola dei Caraibi riesca ad andare avanti e a crescere malgrado la storica ostilità dei vicinissimi Stati Uniti d’America.

Con il suo lavoro, Montaldo ci spiega che Cuba possiede un bene prezioso come l’oro: il suo popolo così orgoglioso e fiero della sua Rivoluzione.

Locandina del documentario, Sala Trevi - Roma, 05/03/2010F. Casari, E. Polidori e G. Montaldo, Sala Trevi - Roma, 05/03/2010Sala Trevi - Roma, 05/03/2010F. Casari, E. Polidori e G. Montaldo, Sala Trevi - Roma, 05/03/2010Sala Trevi - Roma, 05/03/2010G. Montaldo e M. Papacci, Sala Trevi, Roma – 05/03/2010