Seguici su twitter facebook youtube RSS

ROMA - Il pluripremiato lungometraggio cubano “Habanastation”, che racconta la storia di due ragazzi cubani con diverse vite sociali, è stato presentato, in anteprima a Roma, davanti al numeroso pubblico del Caffè Letterario di via Ostiense, alla presenza del regista Ian Padron.

I membri del teatro per i bambini della compagnia La Colmenita, Andy Fornaris e Ernesto Escalona interpretano i personaggi principali di "Habanastation", la cui trama inizia quando Mayito si perde tra la folla durante una parata del 1 ° maggio, (Giorno Internazionale dei Lavoratori) e finisce nel quartiere dove vive il suo compagno di classe Carlos.

Secondo l'opinione del regista il film è un racconto cubano semplice e attuale delle diverse Habana che coesistono nella stessa Cuba e, con uno sguardo etico e di speranza, fa riflettere sul contrasto dei diversi modi di vivere dei protagonisti Mayito e Carlos.

Questo primo lungometraggio del giovane regista è stato distribuito in 300 sale cubane ed è stato prodotto dall'Istituto Cubano di Arte e Industria Cinematografica (ICRT), dall'Istituto Cubano di Radio e Televisione (ICRT) e dalla Compagnia Teatrale La Colmenita.

La serata, patrocinata dall’ambasciata di Cuba in Italia, è stata coordinata da Roberto Iandolo del Circolo di Roma dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia Cuba ed ha visto gli interventi dello stesso regista Ian Padrón, della giornalista Carmen Oría e del professore della facoltà di Storia e Filosofia dell’Università de La Habana, Antonio Pitaluga.

Al termine della proiezione Padrón ha risposto alle numerose domande del pubblico che ha dimostrato vivo interesse e gradimento per la visione del film.

A. Pitaluga, M. Papacci, C. Oría, I. Padrón, Caffè Letterario - Roma, 20/02/2012Caffè Letterario - Roma, 20/02/2012Caffè Letterario - Roma, 20/02/2012Caffè Letterario - Roma, 20/02/2012