Seguici su twitter facebook youtube RSS

ROMA - Nella conferenza organizzata dai Circoli di Roma dell'Ass.ne Naz.le di Amicizia Italia-Cuba, Alessandra Riccio, condirettrice della Rivista Latinoamerica, ha intervistato pubblicamente Raúl Capote Fernández, scrittore, giornalista, professore universitario ed ex agente della Sicurezza Cubana per anni infiltrato nella C.I.A.

Obiettivo dell'incontro è stato smascherare le menzogne che circolano sui principali mass-media riguardo la cosiddetta dissidenza cubana raccontando di come gli U.S.A. stanzino milioni di dollari, attraverso l'Ufficio di Interessi americani (SINA) a La Habana, per cercare di creare figure all'interno dell'Isola che tentino di destabilizzare le conquiste della Rivoluzione.

Sono moltissimi, infatti, i casi di personaggi creati ad hoc dalla superpotenza a stelle e strisce, per citarne alcuni, Yoani Sanchez, le Dame Bianche, Lazaro Farinas, Bertha Soler e tanti altri.

Grazie alla sua esperienza all’interno degli apparati di intelligence statunitensi, Capote ha avuto la possibilità, rispondendo alle domande di Alessandra Riccio, di rivelare gli scopi e i modi di agire del governo nordamericano che, attraverso la longa manus di C.I.A. e USAID attua un'aggressione permanente conto Cuba e la sua Rivoluzione.

Inoltre, durante il suo intervento, Raul Capote, ha smentito il governo di Washington sul ruolo di Alan Gross, spia americana detenuta e condannata a Cuba.

Su libera.tv, è presente una video-intervista a Capote:

http://www.libera.tv/videos/4655/raul-capote-agente-cubano-infiltrato-nella-cia-ci-racconta-della-reazione-usa-dopo-le-conquiste-in-america-latina.html

Locandina dell'evento - Roma, 20/06/2013Facoltà Valdese - Roma, 20/06/2013A. Riccio e R. Capote, Facoltà Valdese - Roma, 20/06/2013A. Riccio e R. Capote, Facoltà Valdese - Roma, 20/06/2013Facoltà Valdese - Roma, 20/06/2013