Seguici su twitter facebook youtube RSS

ROMA - La campagna di comunicazione per la libertà di Gerardo Hernández, Ramón Labanino e Antonio Guerrero, promossa dall'Associazione Nazionale di Amicizia Italia Cuba, non va in ferie, anzi, continua senza sosta più forte che mai.

Infatti, grazie all'immancabile supporto della Gregor srl, 180 cartelloni stradali 4x3 e numerosissimi manifesti 3x2 sono stati affissi in tutta Roma per ricordare, ai cittadini capitolini e ai milioni di turisti provenienti da tutto il mondo che visitano la capitale in estate, che tre dei cinque cubani sono ancora detenuti ingiustamente negli U.S.A.

Oltre ai poster principali che riportano frasi di ognuno dei Cinque e reclamano la loro libertà, sono stati esposti, lungo una delle arterie principali della capitale, due mega cartelloni da 21 metri per invitare tutti ad unirsi all'appello di Renè e Fernando a non sentirsi liberi finché anche agli altri tre cubani non sarà permesso di tornare alle proprie case e ai propri affetti.

Questa nuovo sforzo mediatico, iniziato il 26 luglio ec che terminerà il 25 agosto, si affianca alla campagna vitadura.it in cui l'Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba ha coinvolto 55 personalità internazionali per chiedere al Presidente degli U.S.A. Barack Obama la liberazione dei Cinque.

La campagna dell'ANAIC, quindi, diventa sempre più capillare e andrà avanti anche nei prossimi mesi per chiedere giustizia per Gerardo Hernández, Ramón Labanino e Antonio Guerrero.

Cartelloni per i Cinque - Roma, 05/08/2014Cartelloni per i Cinque - Roma, 05/08/2014Cartelloni per i Cinque - Roma, 05/08/2014Cartelloni per i Cinque - Roma, 05/08/2014Cartelloni per i Cinque - Roma, 05/08/2014Cartelloni per i Cinque - Roma, 05/08/2014Cartelloni per i Cinque - Roma, 05/08/2014