Seguici su twitter facebook youtube RSS

ROMA - Con una marcia lungo un viale centrale della capitale, il Circolo di Roma dell'Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba e il gruppo Patria Socialista, hanno reso omaggio alla memoria di Fidel Castro.

Decine di persone hanno partecipato al tributo la cui destinazione finale è stata il monumento ai caduti nella lotta antifascista che si trova all'interno del cimitero del Verano, dove i rappresentanti delle due organizzazioni, insieme a Mauricio Martinez, consigliere politico dell'ambasciata di Cuba in Italia, hanno deposto una corona dedicata al leader storico della Rivoluzione.

Il diplomatico ha ringraziato il gesto di ammirazione e affetto per il comandante in capo, assicurando ai presenti che Fidel sarà esempio imperituro e ispirazione per gli uomini e le donne che continuano a combattere in tutto il mondo per l'emancipazione degli esseri umani.

Il presidente del Circolo di Roma dal ANAIC, Marco Papacci, ha evidenziato la vita e l'opera di Fidel Castro, descrivendolo come eterno giovane, sognante e ribelle e ribadendo come la sua eredità sia oggi la nostra strada lungo la quale dobbiamo difendere ed essere coerenti con le sue idee socialiste.

Infine, Ivan Collini, di Patria Socialista, ha sottolineato che il leader rivoluzionario non è morto "perché ognuno di noi è Fidel" ed ha aggiunto che "è un onore per noi proseguire  rendendo omaggio ai suoi insegnamenti e le idee".

(trad. da Prensa Latina)

Marcia per Fidel - Roma, 10/12/16Marcia per Fidel - Roma, 10/12/16Marcia per Fidel - Roma, 10/12/16Marcia per Fidel - Roma, 10/12/16Marcia per Fidel - Roma, 10/12/16Marcia per Fidel - Roma, 10/12/16Locandina evento - Roma, 10/12/16