Seguici su twitter facebook youtube RSS

ROMA - Serata di allegra resistenza, così potremmo definire quella svoltasi, su invito dell'Ambasciata della Repubblica di Cuba in Italia, nella sede temporanea del CirCuba, sulla via C. Colombo, nei pressi del quartiere EUR.

Infatti, è all'interno della struttura mobile del circo nazionale cubano che la rappresentanza diplomatica cubana in Italia ha deciso di festeggiare, insieme a compagni ed amici, la festa nazionale di Cuba.

Uno spettacolo di artisti professionisti ha accompagnato la vivace serata, nella quale era presente un pubblico altrettanto dinamico e varie personalità politiche, oltre a diverse realtà impegnate nel sociale.

Ovviamente il Circolo di Roma dell'ANAIC non ha potuto esimersi dal partecipare all'evento, ed ha pienamente sostenuto la festa nazionale che, quest'anno, è straordinariamente coincisa con il sessantesimo anno della rivoluzione cubana e con il cinquantesimo di CirCuba, come non ha mancato di ricordare il solito, contundente, pacifico messaggio dell'ambasciatore Josè Carlos Rodriguez Ruiz.

Un brindisi finale ha poi coronato e sublimato la serata, rammentandoci che la collaborazione fra popoli e/o visioni politiche distanti può comunque fondersi e riconoscere i meriti e le lotte di ciascuno.

Su questo si basa la convivenza pacifica, la tanto anelata civiltà.