Seguici su twitter facebook youtube RSS

ROMA -  Presso il cimitero monumentale del Verano si è tenuto, organizzato dal Circolo di Roma e dal Circolo "Gino Done" di Marino dell'ANAIC, l'omaggio ai partigiani Walter Audisio "Colonnello Valerio", Aldo Lampredi "Guido".

Alla cerimonia, il segretario del Circolo di Roma e vice presidente della ANAIC, Marco Papacci, ha ricordato la carriera rivoluzionaria di entrambi i combattenti, che "hanno avuto il grande onore e il dovere" di eseguire la sentenza di condanna a morte emessa dal Comitato Nazionale di Liberazione Alta Italia nei confronti di Benito Mussolini e dei suoi gerarchi.

Nel ripercorrere l'evento storico avvenuto il 28 aprile 1945, Papacci ha ricordato come la fucilazione dell'ex duce, catturato mentre tentava di fuggire vigliaccamente dall'Italia travestito da tedesco, ha rapppresentato il suggello dell'insurrezione partigiana contro il giogo nazi-fascista e la fine del periodo storico più tragico per l'Italia.

Dopo la liberazione, Audisio e Lampredi, continuarono la loro attività politica nel PCI, all'interno del quale assunsero diverse responsabilità.

Con questa iniziativa, i militanti dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia- Cuba hanno voluto rispondere alle vergognose e provocatorie manifestazioni in ricordo dell’ex duce, avvenute contestualmente alle celebrazioni del 25 aprile a Milano e a Roma, riaffermando i valori antifascisti, che sono alla base della Costituzione Italiana nonché dello statuto dell’ANAIC.

Onore e Gloria ai partigiani!

Ora e Sempre Resistenza!

Vedi video

Aldo "Guido" LamprediWalter "Colonnello Valerio" Audisio